home

Pietro Casola


Sacerdote di Milano, pellegrino nella Terra Santa, 8 giugno, 1494

 

 

 

Sacerdote di Milano, pellegrino nella Terra Santa, 8 giugno, 1494


Me ne andai con gli altri pellegrini nella chiesa di San Simeone, dove, dopo la messa, fu dimostrato il corpo di San Simeone, una reliquia molto particolare, la più bella di tutte quelle che avevo visto a Roma e altrove. Vale a dire che il corpo è intero. Non ci manca niente, ne sul viso, ne sulle mani ne sulle gambe. Ha la bocca aperta e non ha i denti superiori, il che non mi sorprende perché era vecchio quando morì. Era a lui che lo Spirito Santo rese noto che non sarebbe morto prima di vedere il Figlio di Dio ed era lui che tenne fra le braccia Gesù Cristo. Più lo guardai e più fui affascinato, per lo più perché mi ricordai del tempo passato dalla sua morte, quale tempo non poteva essere inferiore a 1493 anni. È custodito con tanta attenzione. I pellegrini gli diedero tanti doni votivi e toccarono le reliquie con le coroncine, anelli, ecc.