home

Petar Zoranić


Petar Zoranić (Zara, 1508- tra il 1543 ed il 1569), scrittore croato rinascimentale

Petar Zoranić (Zara, 1508- tra il 1543 ed il 1569), scrittore croato rinascimentale


Petar Zoranić nacque a Zara il 1508, dal padre Ivan e la madre Elizabeta Medulla, discendente di una vecchia famiglia nobile Tetačić di Nona, la quale, a causa dell’epidemia di malaria e degli attacchi turchi, si trasferì nella Zara fortificata.

 

Probabilmente studiò a Padova dove ebbe una formazione in giurisprudenza, dato che lavorò come notaio ed aveva il potere di rilasciare diversi tipi di documenti pubblici in latino, italiano e croato.

 

Nella dedica inserita nella sua opera “Planine” (“Montagne”), Zoranić parla del canonico Matej Matijević come di suo maestro cosa che ci fa presupporre che abbia avuto una formazione umanistica. Delle sue opere è stata conservata solo “Planine”, in prosa e versi, che generalmente viene definito il primo romanzo pastorale croato (l’opera è datata 1536 e venne pubblicata nel 1569 a Venezia). Solo una copia di questa opera è rimasta conservata fino ai nostri giorni. Dal suo romanzo è possibile anche fare una ricostruzione dei suoi amici e familiari.

 

Da “Planine” veniamo a conoscenza dell’esistenza di altre sue opere. L’impulso principale per la realizzazione delle sue opere, caratterizzate da un alto valore letterario, è prima di tutto il forte sentimento patriottico sentito dallo scrittore durante il periodo in cui la sua patria veniva minacciata dall’esercito turco.

 

“Planine” è l’unico romanzo nella letteratura croata fino al XIX secolo e può essere considerato come un’allegoria il cui chiaro messaggio è quello che la grazia divina guida l’uomo facendogli provare tutti i mali del Mondo per portarlo finalmente alla conoscenza della verità divina.

 

Zoranić con la sua personalità unica ha lasciato senza dubbio una traccia incancellabile nella storia della letteratura croata.